La Regione Veneto, con la Legge Regionale numero 20 del 28 maggio 2020 (articoli 6,7,8) ha introdotto l’assegno prenatale a sostegno della natalità, che si qualifica come intervento economico a favore dei neonati finalizzato a fronteggiare i costi legati alla gravidanza e le spese fondamentali nei primi mesi di vita del bambino.

L’assegno prenatale consiste in un beneficio economico pari a € 1.000,00 che può essere raddoppiato se nel nucleo familiare della persona richiedente sono presenti uno o più minori fino al compimento del 6° anno di età, riconosciuti disabili gravi ai sensi della legge n. 104/1992 “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”.

Possono richiedere l’assegno prenatale i nuclei familiari con un ISEE fino a € 40.000,00 nei quali ci sia un neonato dal 19 agosto 2020. L’ISEE deve comprendere il/la nuovo/a nato/a.

Per l’anno 2020 la disciplina della sperimentazione dell’assegno prenatale di cui alla L.R n. 20/2020 è stata approvata dalla Deliberazione di Giunta Regionale numero 1204 del 18 agosto 2020 e dal Decreto della Direzione Servizi Sociali numero 99 del 15 settembre 2020.

I contributi verranno erogati fino ad esaurimento del fondo assegnato all’Ambito territoriale sociale, che comprende i 29 Comuni del Distretto di Asolo dell’Azienda ULSS 2, con modalità e tempi in corso di definizione.

La domanda (modulo scaricabile qui) può essere presentata con una delle seguenti modalità: